Covid. Le fragilità latenti dei sistemi sanitari - 20 novembre 2020

La pandemia ha messo in luce tutte le fragilità latenti dei sistemi sanitari: in Italia la spesa sanitaria resta sotto la media. A livello procapite -1.171 euro rispetto alla Francia e -2.031 euro rispetto alla Germania.

Dall'Ocse arrivano i dati su come la pandemia abbia messo in luce le fragilità di tutti i sistemi sanitari. Se guardiamo all'Italia ad esempio la  spesa sanitaria resta sotto la media. Questo quanto si apprende dalla nuova edizione del rapporto Health at a Glance. Insieme ai dati economici e sanitari l’Ocse dedica quest’anno una particolare attenzione all’impatto del Covid sui sistemi sanitari rilevando che “malgrado si parli molto di come la spesa sanitaria si configuri come un investimento piuttosto che come un costo, le decisioni politiche prese prima dell’arrivo di questa crisi non si sono in realtà allineate in maniera significativa a questa visione”. "La più grande e più grave pandemia dell'ultimo secolo" anche questo viene sancito nel suo ultimo rapporto sullo stato della salute e della sanità dall'Ocse con la nuova edizione appena pubblicata di Health at a Glance che ogni anno raccoglie statistiche economiche e medico sanitario dei paesi aderenti offrendo un panorama esaustivo della realtà dei loro servizi sanitari. 
Il report curato dalla stessa Ocse evidenzia, in un altro articolo che fa un approfondimento sulla spesa sanitaria, come l'Italia sia sempre in coda, con una spesa sanitaria (pubblica e privata) procapite che, a parità di potere d'acquisto, si attesta nel 2019 a 2.473 euro (a fronte di una media Ocse di 2.572 euro) con un gap vertiginoso rispetto ad alcuni Paesi di riferimento come Francia e Germania che, rispettivamente, segnano valori di spesa sanitaria procapite di 3.644 euro e 4.504 euro.

 

 

Fonte 

Un sito web Dinamo Cms