Vaccino Covid - al via la sperimentazione clinica - 4 settembre 2020

Parte la sperimentazione clinica di fase 1/2 del vaccino sviluppato da Sanofi e GSK con l'obbiettivo di
produrre fino a un miliardo di dosi nel 2021. L’impegno italiano: in prima linea lo stabilimento di Anagni, primo in Europa a far partire la produzione del vaccino.

Sanofi e GSK hanno avviato ieri la sperimentazione clinica di fase 1/2 per il loro vaccino COVID-19. Il vaccino candidato, sviluppato in collaborazione da Sanofi e GSK, è un vaccino a DNA-ricombinante in subunità basato su una tecnologia consolidata ed è la stessa che Sanofi adotta già con successo per la produzione del vaccino antinfluenzale quadrivalente ricombinante. Proprio l’adozione di questa tecnologia - viene spiegato in una nota - consentirà di produrre un numero notevolmente maggiore di dosi. Lo studio clinico è  randomizzato. Sono stati coinvolti un totale di 440 adulti sani in 11 siti di sperimentazione negli Stati Uniti. Le aziende sono impegnate nel fornire i primi risultati già all'inizio di dicembre 2020, per un contestuale avvio di sperimentazione di fase 3. Qualora i dati siano sufficienti per la domanda di licenza, il piano prevede la richiesta di approvazione normativa già nella prima metà del 2021. L’Italia è impegnata in prima linea nella produzione di questo nuovo vaccino contro il Covid-19 con il suo stabilimento di Anagni. Proprio l’hub italiano – insieme a Francia e Germania – sarà uno dei quattro impegnati nella produzione e realizzazione delle dosi del vaccino. 

 

Fonte - Leggi di più

Un sito web Dinamo Cms